Kessie: Elliott si gioca la credibilità del progetto Sul rinnovo del centrocampista la proprietà deve dare un segnale forte

09/07/2021

Sommario di questa settimana

Sfoglia, usa mouse e frecce

______

Abbiamo perso Donnarumma e Calhanoglu. L’intransigenza e la scarsa lungimiranza della società, oltre alle volontà di giocatori e procuratori, hanno portato la squadra a perdere a zero due asset. Al di là del valore dei cartellini, in una azienda qualsiasi i dirigenti che perdono asset strategici depauperando il valore della società verrebbero immediatamente licenziati per giusta causa.
Ma siamo nel magico mondo del pallone, e queste cose possono accadere. Ma resta la sensazione di inadeguatezza di determinate figure.
La speranza è che abbiano fatto tesoro degli errori, e per non finire nella solita trappola degli agenti, prendano in fretta decisioni sui rinnovi.
Quello più importante è sicuramente quello di Kessie.
Il Presidente è stato la scorsa stagione di gran lunga il nostro miglior giocatore, con un rendimento stratosferico che lo ha portato ad esser il migliore nel suo ruolo in Italia.
Blindarlo per evitare che arrivino sirene dall’estero o, peggio, arrivare a fine contratto sarebbe decisamente poco intelligente.
Peraltro, l’adeguamento contrattuale chiesto non è proprio stratosferico, visto il suo rendimento e il suo valore di mercato. Traccheggiare mercanteggiando di poche centinaia di migliaia di euro non dimostra certo sagacia.
I giocatori buoni vanno tenuti e accontentati. Solo così si costruisce negli anni un Milan forte, in grado di andare sempre in Champions League e avere i ricchi fondi dalla UEFA.
Elliott vuole, anche giustamente, che la società si autofinanzi. Però deve mettere in conto che senza investimenti per trattenere i giocatori buoni siamo destinati a galleggiare. Come una Udinese qualsiasi.
Se c’è un progetto vincente, non può esser basato sul player trading e sui prestiti.
Sul rinnovo di Kessie capiremo la volontà di Elliott.



Libro per veri tifosi rossoneri

2.99


Se ti è piaciuto, condividilo!

Leggi il prossimo articolo
Mercato: i prestiti che condizionano



Vai al Sommario del
Magazine di questa settimana

Leggi e sfoglia la miglior rassegna stampa rossonera: Milan7.it/rs