Possiamo dire che Theo Hernandez deve svegliarsi? In questa fase sembra un giocatore scarico, in avanti e... dietro

09/04/2021

Sommario di questa settimana

Sfoglia, usa mouse e frecce

______

Il gol preso sabato scorso ha lasciato una ferita enorme nel tifo rossonero.
Una leggerezza, una valutazione errata, un tipo di passaggio che insegnano a vietarlo già nelle scuole calcio, ma quanto è accaduto a Theo Hernandez è semplicemente figlio di una cattiva presenza in campo del giocatore francese.
L'atteggiamento, nel calcio a qualsiasi livello e a maggior ragione a livello professionistico, è importantissimo.
C'è qualche allenatore che sostiene che la motivazione di un calciatore rappresenti il 50% del suo rendimento.
Theo Hernandez si è un po' perso nel corso di questa stagione.
Pur mostrando qualche lacuna a livello difensivo, è sembrato sempre essere un giocatore nel pieno controllo del suo fisico e delle suo potenzialità.
Da febbraio, invece, ogni volta che viene toccato, e accade spesso anche in maniera molto energica, urla e strepita, sta a terra a toccarsi la gamba o il piede.
Ha accentuato questi comportamenti che lo scorso hanno gestiva in maniera differente, segno di un cambio di mentalità.
Cambio di mentalità che ha coinvolto qualche sortita in avanti, dove parte a tutta birra come al solito ma finalizza meno, quasi che qualcuno gli abbia suggerito con forza di scaricare la palla.
In pratica, si è tentato di imbrigliare il suo istinto da purosangue del gioco del calcio per metterlo maggiormente al servizio dei compagni, partecipando alle costruzioni dal basso non più all'altezza della linea laterale ma una decina di metri dentro il campo, e, se ci si fa caso, è proprio il punto in cui Hernandez è meno a proprio agio ed è nato l'errore che ha provocato il gol di Quagliarella.
Una valutazione errata, ma soprattutto, una scelta di passaggio completamente sbagliata.
Ma un errore può capitare.
Il problema è che è poi mancata la reazione, quella che si è vista in altre occasioni.
Questo è il punto peggiore: un atteggiamento sempre troppo "leggero" in campo, dove manca la voglia di emergere e mostrare le proprie qualità.
Ci sono ancora nove partite per rifarsi, ma è chiaro che Theo Hernandez è un giocatore da recuperare e riportare al livello precedente per poter guardare al futuro in modo più tranquillo.


Libro per veri tifosi rossoneri

2.99


Se ti è piaciuto, condividilo!

Leggi il prossimo articolo
Pioli e i movimenti dei centrocampisti



Vai al Sommario del
Magazine di questa settimana

Leggi e sfoglia la miglior rassegna stampa rossonera: Milan7.it/rs