San Siro caldo come non mai! Loro in campo e noi sugli spalti: domenica sarà un vero inferno

13/05/2022

Sommario di questa settimana

Sfoglia, usa mouse e frecce

______

La tensione che si sente in questo ultimo mese di campionato forse è paragonabile alle due semifinali di Champions del 2003, sempre contro di loro, gli onestoni.
Ai tempi calciopoli non era ancora esplosa, facevano i “piangina”, ma almeno non si incensavano autodefinendosi onesti. Sappiamo tutti poi come negli anni si è sviluppata la faccenda.
Oggi siamo qui, a due giornate dalla fine campionato, in testa ma con loro alle spalle, in una corsa che sembra non finire mai. Un campionato che senza l’intervento dell’AIA ci avrebbe visto festeggiare il trionfo da qualche giornata molto probabilmente. Invece siamo qua, speranzosi di aver pagato già dazio per le porcherie arbitrali interpretate nei nostri confronti ed a favore di altri.
Non si è diventati per caso complottisti, ma semplicemente timorosi di quello che possono ancora tirare fuori dal cilindro magico adesso che le cose sono diventate serie, dopo un intero campionato deciso dalla sala VAR.
Ci si ripete che siamo padroni del nostro destino, ma qui sembra più una sceneggiatura degna di una serie TV Netflix.
Far passare addirittura la Juve come squadra onesta, credo si tocchi vette irraggiungibili, ma loro sono riusciti anche in questo colpo di scena.
La finale di coppa Italia è stata la prova dell’incredibile lavoro intrapreso dietro le quinte dagli indossatori dello smoking bianco, quelli che si sentono accerchiati. I tifosi juventini, sapevano dei magheggi, sorridevano, ne erano consapevoli, oggi invece gli abitanti di Narnja invece sono sospinti ad ogni piccola difficoltà e si ritengono danneggiati addirittura.
Detto questo, ci piace continuare a sognare, magari facendoci del male, pensando non sia tutto scritto. Un copione che vogliamo stracciare a tutti i costi, per questo ci vorrà un’impresa titanica, magari anche con l’aiuto di “San Giuan fa minga ingann”, unico vero fuoriclasse contro gli affari sporchi.
Una partita alla volta, come ha sempre ragionato il Milan.
Domenica arriva l’Atalanta del saltellante Gasp, un amicone di vecchia data. Partita tostissima perché loro si giocano l’Europa League, mentre noi tutto quello che ci tiene svegli la notte da qualche settimana a questa parte.
Uno dei peggiori avversari del momento, squadra rivelazione degli ultimi anni, ed anche quest’annata con un ottimo ruolino di marcia esterno seppur con diversi punti lasciati per strada. Compagine fisica che lotterà su tutti i palloni come da consuetudine, proprio per questo dovremmo lasciare in campo tutto quello che abbiamo dentro e fuori, e in questo contempliamo anche tutti i 70mila e più che saranno presenti alla Scala del calcio.


Libro per veri tifosi rossoneri

2.99

Un saluto doveroso che il pubblico rossonero darà ad un gruppo di ragazzi che ci ha fatto tornare a respirare emozioni ormai sopite. San siro deve spingere dal riscaldamento al novantesimo e più i nostri, come se si giocasse fianco a loro.
Sappiamo benissimo che poi parlerà il campo, sempre che il VAR non si inventi qualcosa, ma gli undici in rossonero meritano il nostro supporto, il nostro amore incondizionato che deve prevaricare il risultato finale che può esser condizionato da fattori esterni, spesso presenti quest’anno.
Nel calcio come nella vita, non sempre il bene vince sul il male, ma siate già gioiosi perché appartenete alla parte giusta. Siamo quelli che non hanno bisogno di indossare abiti bianchi per convincersi di esser limpidi, siamo quelli che quando hanno sbagliato, abbiamo pagato caramente, e pure quando non era proprio tutta colpa nostra. Non ci siamo affidati al tempo delle prescrizioni, non abbiamo mai cercato scorciatoie, è così dovrà esser domenica.
Il cammino è ancora duro, ma lo dobbiamo affrontare con la stessa fermezza con cui abbiamo giocato tutto questo campionato. Loro in campo e noi sugli spalti, che San siro diventi un inferno, la vera casa del diavolo!
FVCR

YouredBlack
 


Se ti è piaciuto, condividilo!

Leggi il prossimo articolo
Tradizione ostica



Vai al Sommario del
Magazine di questa settimana

Leggi e sfoglia la miglior rassegna stampa rossonera: Milan7.it/rs