Grinta, determinazione: il Milan non molla mai Ultimi tre passi del percorso, pieni di insidie, ma con qualche segnale positivo

06/05/2022

Sommario di questa settimana

Sfoglia, usa mouse e frecce

______

Il Milan visto domenica contro la Fiorentina è stato interessante dal punto di vista sportivo.
Non è tanto l'aspetto caratteriale che conta, quanto la continuità di rendimento che è stata mostrata tra il secondo tempo di Roma e i novanta minuti contro i viola.
Una squadra concentrata sull'obiettivo, senza disunirsi e senza modificare il piano tattico.
Una squadra che vince di corto muso, col minimo distacco, ma che vuole la vittoria a tutti i costi.
Contro i viola il Milan ha sbagliato tre/quattro occasioni clamorose, ma ha anche rischiato di sciupare tutto e solo le mani di Maignan hanno evitato il peggio.
Una squadra che ha la capacità di restare concentrata per tutto l'arco della gara, che segue i propri obiettivi con caparbietà, pur avendo a disposizione una rosa tutto sommato molto ridotta rispetto alle contendenti che, ovviamente, si lamentano.


Libro per veri tifosi rossoneri

2.99

Una squadra che non riceve un rigore a favore da tre mesi, mentre altri li ricevono anche senza aver ricevuto un fallo, che è stata massacrata dalle decisioni arbitrali, mentre altri hanno ricevuto solo favori, alcuni clamorosi.
La forza del Milan di Stefano Pioli è racchiusa in questa capacità, anche morale, di sopportare le avversità, cosa che ha penalizzato la società anche nel cammino europeo, senza disunirsi, ma traendo energia vitale per affrontare i match successivi.
Un Milan che non ha più un gioco effervescente come inizio stagione, ma è capace di entusiasmare i propri tifosi.
Tre partite alla fine, un obiettivo importante, un ultimo sforzo.


Se ti è piaciuto, condividilo!

Leggi il prossimo articolo
La scheda dell'arbitro Doveri



Vai al Sommario del
Magazine di questa settimana

Leggi e sfoglia la miglior rassegna stampa rossonera: Milan7.it/rs