Tattica e dominio Il Milan di Pioli sta trovando la propria dimensione

14/01/2022

Sommario di questa settimana

Sfoglia, usa mouse e frecce

______

Con il rientro di un po' di infortunati, il Milan di Pioli ha ritrovato la sua dimensione.
A differenza del 2021, sembrerebbe che lo staff, su indicazione del Mister, abbia puntato gli occhi sui tempi di gara.
Non parte più sparato o al rallentatore, ma sa adeguarsi al ritmo degli avversari per poi spezzarlo.
Si era intravisto qualcosa all'inizio della stagione, con i lanci di Maignan e gli scivolamenti dei tre centrocampisti avanzati.
Il problema principale era una questione di equilibrio, tanto che il Milan ha pagato a caro prezzo alcuni momenti in cui qualche giocatore non era al proprio posto con dei gol subiti.
In questa fase, la squadra sembra muoversi più compatta, con spazi differenti rispetto alle gare disputate a dicembre.
Due partite non fanno certamente statistica, ma forniscono indicazioni importanti, nonostante la caratura dell'avversario.
Il Milan in possesso palla, probabilmente anche per una coppia di centrocampisti inedita, tende a gestire la palla con distanza e movimenti sensibilmente più ridotti, creando spazi differenti sulle fasce.


Libro per veri tifosi rossoneri

2.99

Non è un caso che sia Theo Hernandez sia Alessandro Florenzi abbiano avuto più margine di movimento, con anche delle opportunità in più per accentrarsi.
In fase di transizione, il Milan tende a chiudersi al centro, compattandosi e scalando con maggiore intensità, mentre uno dei due centrocampisti si abbassa a schermare la linea. Un cambio tattico per sopperire al minore atletismo di Bakayoko, probabilmente, ma anche per fornire punti di riferimento a tutta la squadra che si raggruppa in base a questi giocatori.
In fase difensiva non è cambiato molto.
Qualche esperimento è stato fatto sui calci piazzati, sia calciati che ricevuti, ma la prova del nove la otterremo probabilmente nel momento in cui le gare diventeranno più severe.
Lato ritmo, invece, si nota una volontà maggiore nel controllo della palla e del suo giro, ma anche qui saranno gli avversari a dirci se è una tendenza o una casualità.
 


Se ti è piaciuto, condividilo!

Leggi il prossimo articolo
Venezia e Roma: due splendide vittorie



Vai al Sommario del
Magazine di questa settimana

Leggi e sfoglia la miglior rassegna stampa rossonera: Milan7.it/rs