Milan-Spezia: presentazione della partita Una gara non facile ma che potrebbe portare punti pesanti

14/01/2022

Sommario di questa settimana

Sfoglia, usa mouse e frecce

______

Contro lo Spezia non è mai una partita facile per i rossoneri. In Liguria nello scorso campionato abbiamo detto addio al sogno di vincere lo scudetto, con una prestazione tra le peggiori dell’epoca Pioli. Merito anche degli avversari e dell’allenatore dell’epoca, quell’Italiano che sta facendo bene anche a Firenze.
Si gioca nel primo posticipo del lunedì, alle 18:30, orario decisamente scomodo per chi lavora. Ma tant’è.
Lo Spezia veleggia ai margini della quota salvezza, a 19 punti, giusto un paio sopra la bagarre capeggiata dal Venezia, affrontato e battuto nell’ultimo turno.
Queste gare non vanno sottovalutate. Il Milan sta abbastanza bene fisicamente, ma in genere gli avversari corrono come assatanati.
Lo Spezia nelle ultime 5 gare ha perso all’Olimpico con la Roma, pareggiato in casa con l’Empoli, ha battuto al Maradona il Napoli, perso in casa col Verona, e vinto domenica col Genoa a Marassi. Quella di Thiago Motta è una squadra quindi in grado di fare resultati anche con avversari più forti. Ergo, da prendere con le molle e affrontare con concentrazione.
Il Milan sarà reduce dalla gara di Marassi col Genoa di Shevchenko e Tassotti. Scriviamo prima della partita e quindi speriamo che la gara di Coppa Italia non porti con sé problemi di qualsiasi natura.
Lo Spezia, che ha Colley in Coppa d’Africa, dovrebbe scendere in campo con il solito 3-5-2, e probabilmente con Provedel tra i pali. In difesa Amian, Erlic e Nikolaou.
A centrocampo Reca, Maggiore, Sala, Bastoni e Verde.
In attacco Gyasi e Antiste.
In panchina: Kiwior, Ferrer, Bertola, Kovalenko, Bourabia, Salcedo, Sher, Strelec, Nzola, Agudelo e Manaj.
Pioli avrà Tonali squalificato, pronto a tornare con la Juventus, e deve arrangiarsi a centrocampo visto che mancano Kessie e Bennacer (coppa d’Africa), oltre che Ballo-Tourè. La probabile formazione dovrebbe essere: Maignan in porta; Florenzi, Kalulu, Tomori e Theo Hernandez in difesa.
Centrocampo con Krunic e Bakayoko.
In attacco Saelemaekers, Diaz e Leao.
Centravanti il totem Ibrahimovic.
In panchina pronti ad entrare siamo un po’ contati: Stanga, Gabbia, Messias, Maldini, Rebic e Giroud.
FVCR


Libro per veri tifosi rossoneri

2.99


Se ti è piaciuto, condividilo!

Leggi il prossimo articolo
Il mese cruciale e una proprietà con poche ambizioni



Vai al Sommario del
Magazine di questa settimana

Leggi e sfoglia la miglior rassegna stampa rossonera: Milan7.it/rs