Tra ritardi di condizione e infortuni Già troppi giocatori indisponibili o inutilizzabili

01/10/2021

Sommario di questa settimana

Sfoglia, usa mouse e frecce

______

C’è qualcosa di nuovo sotto il sole di Milanello. Anzi, di antico. La squadra è alle prese con ritardi di condizione e infortuni che ne pregiudicano turnover e prestazioni.
Vedere Calabria a centrocampo nel finale della gara con l’Atletico Madrid ha provocato sensazioni urticanti.
Non già per l’assurdo modulo a 6 difensori che ci è costato la sconfitta – al netto dell’arbitro – ma per il fatto che a centrocampo non c’era in panchina nessuno da mettere dentro.
E qui è meglio dare un’occhiata più da vicino.
Krunic si è infortunato con la sua nazionale ed è fuori per almeno altre due settimane.
Bakayoko si è rotto dopo 10 minuti di gioco. Non per un fallo subito, ma per un problema muscolare.
Kessie è reduce da un infortunio ed è lontano dalla sua migliore condizione. Sarà il problema del contratto, sarà che praticamente non si è adeguatamente riposato dopo le olimpiadi. Però in questo momento è lontanissimo dal giocatore totale dello scorso campionato.
Florenzi deve andare di nuovo sotto i ferri. Sarà questo il motivo per cui quando è stato impiegato non ha dato l’impressione di essere in particolare forma. Non se ne è accorto nessuno?
Così come per Messias: arrivato all’ultimo momento quando poteva esser preso ai primi di luglio. Infortunato, sovrappeso e lontanissimo da uno stato di forma decente. A qualcuno pare normale?
E in attacco non andiamo certo meglio.
Ibrahimovic è reduce da un intervento chirurgico. Ovviamente i tempi di recupero sono quelli di un quarantenne, e finora non ha ancora visto il campo. Se ne riparlerà (forse) dopo la sosta.
Giroud, altro giovincello, aveva iniziato alla grande, ma prima il covid e poi una lombalgia lo hanno messo KO. Contro gli spagnoli in campo c’era un inutile paracarro che non teneva un pallone. Meno male che ci sono Leao e Skizzo Rebic.
A questi va poi aggiunto Plizzari, anche lui sotto i ferri, che starà fuori per mesi. Ma almeno è il terzo portiere.
Quindi, tra infortunati e reduci da infortunio abbiamo una esagerata parte della rosa non disponibile e non affidabile.
Sicuri che a Milanello vada tutto bene?
Di questo passo dobbiamo temere anche solo un raffreddore.


Libro per veri tifosi rossoneri

2.99


Se ti è piaciuto, condividilo!

Leggi il prossimo articolo
La favola bella di Daniel



Vai al Sommario del
Magazine di questa settimana

Leggi e sfoglia la miglior rassegna stampa rossonera: Milan7.it/rs