Milan-Sampdoria: presentazione della partita Finalmente tornano i titolari ma occhio alla vecchia volpe Ranieri

02/04/2021

Sommario di questa settimana

Sfoglia, usa mouse e frecce

______

Diciamolo prima: ci hanno dato un orario infame per giocare. Sabato alle 12:30 saremo i primi della Serie A a entrare in campo dopo la sosta per le nazionali. Meno tempo di recupero e ancora meno per preparare la partita, tenendo conto che avremo davanti una squadra che si è riposata 2 settimane, visto che praticamente non ha avuto convocati.
Per giunta, a Milano in questi giorni il clima è quasi estivo e all’ora della partita ci potrebbero essere 25-26 gradi se non di più. Non proprio l’ideale.
Infine, andiamo ad affrontare la squadra di quella vecchia volpe di Ranieri, che si sta divertendo un mondo a salvare una squadra che potrebbe tranquillamente veleggiare verso la Serie B.
Detto questo, noi siamo il Milan e finalmente Pioli potrà contare sul rientro di un po’ di titolari. Specialmente Bennacer e Calhanoglu, che nel nostro gioco fanno tutta la differenza del mondo. Ovviamente ci sarà anche Ibrahimovic, caricato a molla dal suo ritorno in nazionale, amichevole compresa.
Una considerazione: ma vi pare logico che in un momento di pandemia come questo la FIFA o chi per lei organizzi amichevoli tra nazionali? Aumentare in modo insensato la possibilità di contagi va ben oltre il business, magari legato a partite di cui non interessa niente a nessuno a parte gli sponsor e le TV, è da pazzi. Ma tant’è.
Tornando alla partita di sabato, il Milan troverà una Samp che nelle ultime 5 partite ha rimediato una vittoria (nell’ultima gara contro il Torino, due pareggi (derby col Genoa e in casa col Cagliari) e due sconfitte (Lazio e Bologna, entrambe in trasferta). In classifica è a 35 punti, a grandissima distanza di sicurezza dalla zona retrocessione.
Ranieri dovrebbe schierare il suo classico 4-4-2, con Audero tra i pali; in difesa Bereszynski, Yoshida, Colley, e Augello.
A centrocampo il sempiterno Candreva, Silva, Thorsby e Jankto.
In attacco la coppia Gabbiadini e l’eterno Quagliarella.
Dalla panchina potrebbero entrare Regini, Léris, Verre, Damsgaard, Ramirez, Keita e La Gumina.
Per Pioli – finalmente – ci sarà la possibilità di schierare una formazione abbastanza vicina a quella titolare. Mancherà sicuramente Calabria, operato, Romagnoli, Mandzukic e probabilmente Leao.
Questo significa che per la maglia di terzino destro se la giocano Dalot e Kalulu, e che in attacco – a parte Ibra e Rebic – saremo contati come al solito.
La formazione che scenderà in campo sabato dovrebbe essere: Donnarumma in porta; in difesa Kalulu, Kjaer, Tomori e Theo Hernandez.
A centrocampo si rivede finalmente la coppia Bennacer e Kessie
In attacco Saelemaekers, Calhanoglu e Rebic, a supportare la sola punta Ibrahimovic.
Dalla panchina pronti ad entrare Dalot, Gabbia, Tonali, Meité, Krunic, Brahim Diaz, Hauge e Castillejo.
I diffidati sono Dalot, Castillejo e Rebic. Vediamo di evitare squalifiche.
FVCR


Libro per veri tifosi rossoneri

2.99


Se ti è piaciuto, condividilo!

Leggi il prossimo articolo
Il ritorno di Bennacer: comincia la resurrezione?



Vai al Sommario del
Magazine di questa settimana

Leggi e sfoglia la miglior rassegna stampa rossonera: Milan7.it/rs