Milan-Torino: presentazione della partita Contro il Maestro recupereremo solo Tonali e Kjar è in dubbio

08/01/2021

Sommario di questa settimana

Sfoglia, usa mouse e frecce

______

Caduto il record di imbattibilità il Milan riparte in campionato sempre da primo in classifica. La partita contro la Juventus ha messo in luce tutte le difficoltà dei rossoneri in questo preciso momento: troppi giocatori indisponibili e una panchina non all’altezza. I bianconeri l’hanno infatti vinta con i cambi, poiché se andiamo ad analizzare i dati della partita, è stato Szczesny che ha compiuto parate in numero di gran lunga superiore e di maggior difficoltà rispetto a Donnarumma. E Ronaldo praticamente non l’ha mai vista.
Ma poi dalla panchina sono entrate forze fresche e i nostri, senza mai mollare, hanno dovuto soccombere.
Il problema di chi schierare si ripresenterà sabato sera contro il Torino, dove con tutta probabilità potrà rientrare solo Tonali, restituendo a Calabria il suo ruolo naturale. Ma il Sandro visto fin qui non è che dia garanzie di qualità e continuità.
Fuori ancora Ibrahimovic, Gabbia, Krunic, Bennacer, Rebic e Saelemaekers, giocatori che ci servirebbero come l’aria che si respira. L’unico dubbio per Pioli sembra quello tra l’impalpabile Hauge e Brahim Diaz, due che finora non hanno completamente espresso il loro potenziale, anzi. A questo potrebbe aggiungersi l’assenza di Kjaer, che ha zoppicato gran parte del secondo tempo mercoledì sera.
Sarà quindi un Milan ancora in emergenza quello che dovrà affrontare due volte (settimana prossima inizia la Coppa Italia) il Torino del non rimpianto Maestro Giampaolo.
I granata sono deduci dal pareggio casalingo con l’ostico Verona di questi tempi, e dalla roboante vittoria contro il Parma in trasferta. Ma la loro classifica resta deficitaria, visto che sono al terzultimo posto in coabitazione proprio con i gialloblu.
A San Siro Giampaolo giocherà con il suo 3-5-2, che dovrebbe prevedere Sirigu tra i pali. In difesa Izzo, Lyanco e Bremer.
A centrocampo Singo, Lukic, Rincon, Linetty e Murru.
In attacco Gojak e Belotti.
Dalla panchina potrebbero subentrale Edera, Buongiorno, Ansaldi, Baselli, Rodriguez, Verdi, Zaza e Bonazzoli.
Pioli, come già detto, non ha molte scelte di formazione e dovrebbe riconfermare gran parte dello schieramento contro la Juventus. Torna Tonali, e se non dovesse farcela Kjaer, Kalulu ha già dimostrato che il suo apporto può essere importante. La formazione per sabato sera dovrebbe prevedere Donnarumma in porta; Calabria, Kjaer (Kalulu), Romagnoli e Theo Hernandez in difesa.
A centrocampo Kessie e Tonali.
Castillejo, Hauge e Chalanoglu a supporto dell’unica punta Leao.
In panchina abili e arruolabili ci dovrebbero essere Conti, Dalot, Maldini, Bahim Diaz e Colombo. Musacchio e Duarte fanno parte dell’arredamento.
Pochi, anzi contati, ma determinati a ricominciare a vincere.
FVCR



Libro per veri tifosi rossoneri

2.99


Se ti è piaciuto, condividilo!

Leggi il prossimo articolo
304 giorni di gioia. E altri ne verranno



Vai al Sommario del
Magazine di questa settimana

Leggi e sfoglia la miglior rassegna stampa rossonera: Milan7.it/rs