Ciao Diego, l'essenza del calcio Diego Armando Maradona è stato un rivale ostico

27/11/2020

Sommario di questa settimana

Sfoglia, usa mouse e frecce

______

Il mondo del calcio, ma non solo, si è fermato alla notizia della morte di Diego Armando Maradona.
Si è già detto tutto, si è già scritto tutto.
Vorremmo, come tifosi milanisti, esprimere un solo concetto, perché rappresenta l'essenza di cosa abbia significato Maradona non solo nel calcio, ma nella società.
Maradona era un artista e come tale deve essere compreso. Un personaggio che sfugge alle logiche tradizionali.
E' stato qualcosa di straordinario, ossia di fuori dall'ordinario, di irripetibile, ma anche così diverso da non poter entrare in nessuna categoria.
Un uomo, coi suoi pregi e i suoi difetti che ha raggiunto vette incredibili di bellezza, di estasi, di meraviglia.
Quando sentiamo i confronti con Cristiano Ronaldo o Lionel Messi, rabbrividiamo, perché Maradona ha vinto con giocatori normali al proprio fianco, gli altri faticano con dei fenomeni.
Il calcio è cambiato, sarà anche vero, ma gli inarrivabili sono stati solo Maradona e Pelè, perché vedevano cose che gli altri non vedevano, capaci di gesti tecnici e atletici che altri nemmeno capiscono.


Libro per veri tifosi rossoneri

2.99

Un artista, si diceva, che era l'incarnazione della partita di pallone e della partita di calcio insieme, tecnica e divertimento.
E' stato straordinario, tanto che nel linguaggio comune il termine Maradona è diventato un aggettivo qualificativo di eccellenza. Pensateci: quello è il Maradona della finanza, il Maradona dell'automobilismo, ...
Celebrare Maradona è celebrare l'arte nella sua massima essenza, sublime e inarrivabile, quella che resiste al passare del tempo.
Maradona è stato un generatore di emozioni, positive o negative a seconda del proprio tifo, e non solo.
Maradona è e sarà sempre Maradona.

Nessun avversario del Milan dell'epoca d'oro, ha mai messo così tanta paura. Anche questo vorrà dire qualcosa.
Diego, non importa tanto quanto ha fatto nella sua vita, ma nella nostra di "malati di calcio".
 


Se ti è piaciuto, condividilo!

Leggi il prossimo articolo
La scheda dell'arbitro Abisso



Vai al Sommario del
Magazine di questa settimana

Leggi e sfoglia la miglior rassegna stampa rossonera: Milan7.it/rs