Da Paquetà i soldi per altri colpi La vendita del brasiliano consentirebbe di acquistare pedine mancanti

11/09/2020

Sommario di questa settimana

Sfoglia, usa mouse e frecce

______

Con un bilancio deficitario come quello del Milan la voce cessioni è decisamente preponderante, specialmente nel caso di giocatori che ormai sono ai margini del progetto. E Paquetà è decisamente il primo della lista.
Il problema non è tanto nell’ingaggio, più che abbordabile, quanto nel costo del cartellino. Strapagato da Leonardo è ancora a bilancio per oltre 22 milioni di euro. Una cifra che la società deve necessariamente portare a casa per non generare una minusvalenza.
Massara e Maldini hanno provato ad inserirlo in trattative di acquisto, modo più semplice per andare a compensazione, ma finora non ci sono riusciti.
Adesso è spuntato il Lione, che pare sia interessato al giocatore. Non sarebbe male, visto che la proprietà è la stessa del Milan, il fondo Elliott. Difficilmente il fondo genererebbe una perdita per sé stesso.


Libro per veri tifosi rossoneri

2.99

In ogni caso, con la cessione di Paquetà il Milan avrebbe i fondi per completare l’organico, visto che mancherebbero almeno un terzino destro vero, un centrocampista e un’ala sinistra. Senza contare che all’ala destra abbiamo solo Castillejo di ruolo, e non abbiamo un vice Ibra.
Quindi i soldi del Lione (fosse vero) verrebbero a proposito per acquistare i tasselli mancanti ad una rosa che sta crescendo bene promette qualche soddisfazione per i tifosi.
Del resto, il brasiliano non ha mai mostrato di valere la cifra per cui è stato preso. Vediamo almeno di riportarne a casa una parte.

 


Se ti è piaciuto, condividilo!

Leggi il prossimo articolo
Un Colombo che promette di volare



Vai al Sommario del
Magazine di questa settimana

Leggi e sfoglia la miglior rassegna stampa rossonera: Milan7.it/rs