Paquetà l’invisibile E’ scomparso dai radar e nessuno ne parla

29/05/2020

Sommario di questa settimana

Sfoglia, usa mouse e frecce

______

Era stato l’acquisto top di Leonardo insieme a Piatek. Arrivato a gennaio 2019 Paquetà ha messo subito in mostra doti tecniche fuori dal comune, soprattutto giochi di prestigio buoni a far scattare l’applauso, ma il suo apporto al Milan è stato decisamente esiguo.
Gattuso sembrava averne trovato una posizione efficace, ma c’era Bakayoko, mentre in questo campionato ha collezionato prove scialbe.
Tenendo conto poi della sua poco naturale indole da incontrista, ha collezionato una impressionante collezione di cartellini gialli, di cui la gran parte veramente a sproposito.
Inutile nasconderlo, in questo Milan, con questa rosa, è difficile trovargli una collocazione. Le qualità ci sarebbero pure, ma dopo oltre un anno a Milanello, non si capisce ancora quale sia il suo vero ruolo. E’ vero che è nazionale brasiliano (ancora per quanto?), ma a centrocampo non incide, così come se schierato dietro una punta o due.
E’ probabilmente un atipico, ma se lo si schiera in mediana non ha le doti difensive, per quanto si impegni, e se messo in attacco non riesce a dialogare efficacemente con i compagni di reparto.
Magari non è adatto al campionato italiano, che ha le sue peculiarità e si basa fortemente sulla tattica.
Rimane quindi un rebus per Pioli e per il prossimo allenatore.
Forse Leonardo ha puntato su un giocatore di talento, ma troppo acerbo, che rischia di rimanere inespresso.
La speranza è che Paquetà è ancora molto giovane. Magari Rangnick ne tirerà qualcosa di buono.



Libro per veri tifosi rossoneri

2.99


Se ti è piaciuto, condividilo!

Leggi il prossimo articolo
Salvate il soldato Pioli



Vai al Sommario del
Magazine di questa settimana

Leggi e sfoglia la miglior rassegna stampa rossonera: Milan7.it/rs