Abbiamo un problema Gazidis? Perché vuole imporre l’ennesima figura che di calcio italiano non sa nulla?

14/02/2020

Sommario di questa settimana

Sfoglia, usa mouse e frecce

______

Le parole di Maldini su Rangnick sono state eloquenti. Una sonora bocciatura a mezzo stampa per stroncare l’ipotesi dell’arrivo del tedesco.
Questo però è anche il sintomo di un certo malessere nella dirigenza, con Boban e Maldini (più Massara) che vorrebbero portare avanti una certa idea di Milan, e Gazidis dall’altra.
Il dirigente sudafricano – emanazione di Elliott – sembra mettere il naso in questioni che non dovrebbero riguardarlo così da vicino.
A lui è stato dato mandato di risanare la società e normalizzare i rapporti con l’UEFA, oltre che incrementare il bilancio con azioni di marketing.
Invece, allo stato dei fatti, di nuovi contratti per partnership commerciali non c’è neanche l’ombra. Il bilancio è stato peggiorato, con un incremento delle passività. La rosa, su suo input, è stata depauperata. E adesso giocano quasi sempre gli stessi senza possibilità di cambi o quasi.
In cambio è stata rimpinguata la squadra dirigenziale con emeriti manager sconosciuti che non hanno finora portato nessun risultato. Il tutto alla modica spesa per stipendio di quattro milioni netti all’anno.
E fosse stato per lui non sarebbe arrivato nemmeno Ibrahimovic.
Maldini che boccia l’arrivo dell’allenatore-manager tedesco è un chiaro altolà a Gazidis nel merito. Non è infatti l’AD che si deve occupare di chi sarà il prossimo allenatore. Se no è inutile avere i dirigenti per l’area tecnica.
Il Milan non è più quello di Berlusconi in cui Galliani aveva voce in capitolo su tutto.
Invece il sudafricano sembra deciso a fare di testa sua, in un’area di non sua stretta competenza. E peraltro ha sempre dimostrato che di calcio italiano lui ne capisce poco. E non gli interessa neanche più di tanto, visto che neanche partecipa alle riunioni in Lega.
Non vorremmo che per i suoi mancati risultati nel migliorare la fatturazione della società, andasse a rovinare il lavoro di ricostruzione fatto finora da Boban e Maldini.
Forse, un po’ di chiarezza sui ruoli non farebbe male. A tutti.



Libro per veri tifosi rossoneri

2.99


Se ti è piaciuto, condividilo!

Leggi il prossimo articolo
Milan-Juve: la solita storia



Vai al Sommario del
Magazine di questa settimana

Leggi e sfoglia la miglior rassegna stampa rossonera: Milan7.it/rs