Josè Mauri non è una ruota di scorta Non ha mai giocato in questo periodo, ma ha dato lezioni di professionalità

10/05/2019

Sommario di questa settimana

Sfoglia, usa mouse e frecce

______

José Agustin Mauri è un giocatore molto atipico.
Atipico nel ruolo, giocando centrale a centrocampo dove sono tutti super fisicati pur non avendo grandi doti naturali, ma anche atipico nei movimenti, molto dinamico ma poco propenso agli inserimenti.
Un giocatore che, in giovane età, ha sempre dimostrato grande determinazione e abnegazione.
Nel Milan di Gattuso ha giocato poco, per non dire nulla, tanto che molti commentatori lo hanno definito, al pari di altri compagni, una comparsa utile per gli allenamenti o una ruota scorta per quando tutte le gomme sono a terra.
Eppure Josè è entrato in campo lunedì contro il Bologna mostrando le qualità che ha a disposizione: grinta e determinazione.


Libro per veri tifosi rossoneri

2.99

Come ciliegina sulla torta, è arrivato anche l'assist a Suso.
Definirla come una prestazione esaltante è eccessivo, ma è sicuro che ha fatto tutto il proprio dovere.
Mentre Bakayoko litigava in panchina, lui si scaldava in campo, mettendo il 100% di quanto poteva dare per la maglia e per i compagni.
Un esempio di professionalità che sarà difficile da dimenticare.
Probabilmente è entrato in questo modo perché ha la necessità di mettersi in mostra, dato che il contratto scade e quindi è necessario pensare alle prossime stagioni, fatto sta che ha dato una lezione a tutti.
Raccogliendo applausi a San Siro.
 


Se ti è piaciuto, condividilo!

Leggi il prossimo articolo
Baka: non sarà mica pazzo (e nemmeno Rino)



Vai al Sommario del
Magazine di questa settimana

Leggi e sfoglia la miglior rassegna stampa rossonera: Milan7.it/rs