Cagliari-Milan: presentazione della partita I rossoblu non sono facili da affrontare a casa loro

14/09/2018

Sommario di questa settimana

Sfoglia, usa mouse e frecce

Seconda trasferta per i rossoneri e seconda città di mare. Domenica sera nello stadio di Cagliari il Milan affronta una squadra in salute, reduce dalla vittoria di Bergamo contro l’Atalanta e ampiamente motivata.
Non sarà una partita facile, visto il dinamismo della squadra di Maran. Alla Sardegna Arena i rossoblu dovrebbero schierare una formazione piuttosto offensiva, con Srna, Romagna, Klavan e Padoin (ex Juventus) davanti al promettente Cragno.
A centrocampo ci sarà quel Barella finito nel mirino di tante squadre in quest’ultimo calciomercato, ma rimasto inspiegabilmente a Cagliari. Un giocatore che avrebbe fatto molto comodo a Gattuso, vista la capacità di saltare l’uomo e il dinamismo nelle due fasi. Qualche osservatore lo considera già più forte di Bonaventura.
Nella sua linea dovrebbero esser schierati Bradaric centrale e Castro.
In attacco un trio che mette insieme tecnica velocità e potenza, come Sau e Pavoletti, con alle spalle Ionita. Soprattutto Sau potrebbe mettere in difficoltà la nostra retroguardia, più efficace sui giocatori prestanti e forti fisicamente e meno attrezzata con i “piccoletti sguscianti”.
Tornerà disponibile per Maran il brasiliano Joao Pedro, dopo aver scontato la squalifica di 6 mesi per doping.
Il Milan schiererà ovviamente Donnarumma tra i pali, e nel ruolo di centrali Musacchio dovrebbe tornare ad affiancare Romagnoli. A destra ci sarà quasi sicuramente Calabria, reduce da una buona prestazione con l’Under 21. A sinistra potrebbe esser della partita fin dall’inizio Laxalt, più reattivo di Rodriguez per contenere Sau quando si sposta dalla sua parte.


Libro per veri tifosi rossoneri

2.99

A centrocampo rivedremo i soliti tre, con Kessie, Biglia e Bonaventura, con l’ivoriano a dover tenere in giusta considerazione i movimenti di Barella.
Anche in attacco nessun cambiamento rispetto alla partita contro la Roma: a sinistra un Calhanoglu rinfrancato dal gol in Nazionale, a destra Suso che speriamo più tranquillo dopo la convocazione (senza però giocare) con le Furie Rosse, e al centro Higuain, bello fresco, riposato e speranzoso che qualcuno fornisca a lui lo stesso tipo di assist con cui a San Siro ha mandato Cutrone in porta all’ultimo secondo. Magari ci penseranno il turco e Laxalt. Oppure Castillejo, che potrebbe sostituire Calhanoglu o Suso a partita in corso. 
Capitolo Cutrone. Causa lieve infortunio (pestone con l'Under 21) non dovrebbe esser disponibile per la trasferta isolana. Ci toccherà vedere Borini centravanti?
 


Se ti è piaciuto, condividilo!

Leggi il prossimo articolo
Dudelange-Milan: presentazione della partita



Vai al Sommario del
Magazine di questa settimana

Leggi e sfoglia la miglior rassegna stampa rossonera: Milan7.it/rs