Caro Jack, vai pure in Premier. Ti aspettano Sicuramente il peggiore in campo contro l’Arsenal

09/03/2018

Sommario di questa settimana

Sfoglia, usa mouse e frecce

La partita di San Siro, terminata con una brutta sconfitta contro l’Arsenal, ha dimostrato tutti i limiti di Jack Bonaventura.
Lui più di ogni altro ha sbagliato passaggi se non elementari, quantomeno facili per uno che dovrebbe avere “piedi buoni”.
Sarà anche stata una serata storta, quelle che in coppa non ti puoi permettere, ma sbagliare così tanto è difficile.
E’ stata la dimostrazione che è un giocatore che “mastica” la palla, che la deve toccare infinite volte prima di decidere cosa fare. E gli inglesi sono andati a nozze con lui. Bastava pressarlo e il pallone gli veniva scippato.
La poca lucidità si è vista anche nei tiri tentati.
Certo, lui almeno ci ha provato, ma non ha mai preso la porta. Neanche andato vicino.
Dribblomane convinto, non ha mai tentato passaggi di prima, che avrebbero messo in difficoltà i difensori inglesi. Al massimo passaggi indietro.
Anche con due punte da servire in profondità è riuscito a sbagliare gli appoggi.
E non è andata meglio con i cambi di gioco: mai una palla decente o precisa a Suso, spesso visto sbracciarsi libero dall’altra parte del campo.
Tralasciamo per pietà l’ultima punizione, dove è scivolato.
Non che gli altri abbiano fatto molto meglio. Ma a lui era stato chiesto in conferenza stampa se era interessato alla Premier League.
Ecco, ne ha avuto un assaggio.
Per noi un boccone amaro.



Libro per veri tifosi rossoneri

2.99


Se ti è piaciuto, condividilo!

Leggi il prossimo articolo
Il calcio va sempre oltre il risultato



Vai al Sommario del
Magazine di questa settimana

Leggi e sfoglia la miglior rassegna stampa rossonera: Milan7.it/rs