Auguri Rino, ma manca un messaggio Tutti commossi per la risposta agli auguri di Gattuso, ma...

12/01/2018

Sommario di questa settimana

Sfoglia, usa mouse e frecce

Gli auguri per i quarant'anni di Rino Gattuso sono stati l'evento mediatico più importante della settimana a livello calcistico, considerando che la concorrenza è rappresentata solo dalle foto dei calciatori e consorti in vacanza e un calciomercato nazionale tra i più mosci di sempre!
Eppure, tra i tanti auguri a Gattuso ne mancava, almeno pubblicamente, quello di Vincenzo Montella.
Da Cafù a Kakà, fino a Carletto Ancelotti, tanti gli auguri ricevuti dall'attuale mister, inviati anche da chi l'ha preceduto su quella panchina ma che non ha avuto fortuna come Christian Brocchi.
Dove vogliamo arrivare?
Da nessuna parte, se non sottolineare il fatto che la panchina del Siviglia non ha per niente fatto digerire l'allontanamento da Milanello.
Le parole di Riccardo Montolivo, capitano della squadra e riconosciuto fedelissimo di Montella, hanno persino mostrato un lato nuovo della vicenda dell'allenatore partenopeo: il nuovo modulo non era mai stato gradito dai giocatori.
Considerando che molti componenti della squadra sono nazionali con un certo tipo di esperienza, si comprende solo oggi che questa stagione rossonera non è mai partita con il piede giusto.


Libro per veri tifosi rossoneri

2.99

I risultati, quindi, hanno rispecchiato quella difficoltà a recepire gli ordini impartiti dal Mister.
Non sarà facile per Gattuso, quindi, mettere mano alla situazione.
D'accordo che un'approccio differente alle partite può portare frutti, d'accordo che la preparazione fisica fosse precaria, ma di questo se n'era accorto Montella stesso, d'accordo che su deve cercare maggiormente la punta, ma il tutto contrasta con il primo mese (e rotti) di panchina di Gennaro Ivan Gattuso, con risultati non certamente entusiasmanti, ma con un derby vinto, che dalle parti di Casa Milan e della Curva Sud ha un peso non indifferente.
I migliori auguri per il nostro Mister sono di lavorare bene, perché sul lavorare sodo non nutriamo il benché minimo dubbio.
Lavorare bene significa lavorare tutti i giorni con calciatori pronti ad ascoltare e recepire le spiegazione, trovare il miglior affiatamento con i collaboratori e la società.
Buon Compleanno Mister!
 


Se ti è piaciuto, condividilo!

Vai al Sommario del
Magazine di questa settimana

Leggi e sfoglia la miglior rassegna stampa rossonera: Milan7.it/rs