Benevento-Milan: presentazione della partita Sbaglia chi crede che Gattuso sia uno tutto impeto e niente cultura calcistica. Lo vedremo

01/12/2017

Sommario di questa settimana

Sfoglia, usa mouse e frecce

Terra dei Feaci, (a nord dell'odierna Catanzaro), 1230 a.c. Un naufrago dalla lingua poco comprensibile e dall'aria da guerriero viene accolto dalla comunità del Re Alcinoo che lo invita a raccontare le sue avventure. E lo straniero, di nome Odisseo, racconta di aver vagato per anni, prima nell'Egeo, poi sulle coste della terra che oggi si chiama Italia, nel tentativo di tornare nella sua terra. Le sue gesta commuovono a tal punto il re che lo straniero viene finalmente ricondotto a casa.
Milanello, terra dei milanisti, (a nord di San Siro), 2017 d.C.. Un guerriero dalla lingua poco comprensibile, originario della terra dei Feaci, tona a casa raccontando le sue peripezie, tra l'isola di Creta dove ha allenato una squadra dal nome di analgesico, alla terra italica dove ha conosciuto le peggiori avventure in quel di Pisa. Ad ascoltarlo però, non ci sono il re Alcinoo e la bella Nausicaa, ma un gregge di giornalisti che ben avrebbe figurato nella grotta del ciclope Polifemo.
Questi ovini non sono stati capaci di far altro che accogliere l'eroe di mille battaglie con la solita supponenza e spocchia con la quale si continuano ad apostrofare le persone come Rino, che alle carenze di istruzione e cultura generale contrappongono orgogliose il loro spirito di sacrificio, la cultura del lavoro e la voglia di crescere .
Sbaglia chi crede che Gattuso sia uno tutto impeto e niente cultura calcistica. E se ne accorgeranno presto.
Ha le idee chiare, si affida a validi collaboratori, conosce le squadre avversarie e si adatta ad esse. Non è peccato, ad esempio, conoscere bene i punti deboli del Benevento che si andrà ad affrontare domenica.
La gavetta della serie B in questo senso sarà utile, come l'esperienza diretta nel saper affrontare partite contro avversari che nulla ti concedono, ma hanno solo corsa (molta) tecnica poca (tranne in Ciciretti e Iemmello alle prese però con problemi fisici).
De Zerbi non ha grosse alternative e si affiderà più alla cabala che ai temi tattici. Dall'altra parte curiosità per il 3-4-3 annunciato, che potrebbe anche non essere tale, si spera molto più alla ricerca dello scambio tra le punte e della verticalità negli ultimi 20 metri, dopo due anni di calcio onanistico di Montella variante del calcius interruptus .


AC Milan felpa originale Adidas 2017/18 75 euro

Scommettiamo forte su Rino, feacio vero, sulla sua capacità di portare la mente sua e dei suoi giocatori oltre gli ostacoli, oltre la paura, oltre quel mare che sembra non vogliano attraversare. Omero così cantava:

"Perché i Feaci non hanno nocchieri,
non ci sono timoni, come ne han l'altre navi,
ma sanno da sole il pensiero e l'intendimento degli uomini.....
....mai hanno paura
di subir danno o d'andar perdute».

Avanti guerriero, siamo con te.

Antonio Toullier

P.S.

Leggo un'ultim'ora di interrogazioni parlamentari sul Milan, di presunte bombe sul Direttore Sportivo Mirabelli, che sarebbe l'origine di tutti i mali della squadra rossonera.
Posso serenamente dire che lo spreco di attività parlamentare sul Milan mentre questo Paese attende ancora di sapere se ha fatto davvero un concordato in cui al posto del Vaticano c'era Cosa Nostra, se banche e banchieri falliti giocavano a tresette con ministri, e se Al Bano ama ancora Romina, dimostra quanti cervelli siano in fuga dalle scatole craniche dalle parti di Montecitorio.
Quanto a Mirabelli, manca solo di averlo avvistato sul Golgota di Gerusalemme con un martello e dei chiodi, a Whitechapel nella Londra vittoriana con un rasoio da barbiere, e al sesto piano del deposito di libri a Dallas con un vecchio fucile italiano.
E così saranno tutti contenti.

FVCR

 


Se ti è piaciuto, condividilo!

Leggi il prossimo articolo
Quando esoneri l’allenatore è il progetto a fallire



Vai al Sommario del
Magazine di questa settimana

Leggi e sfoglia la miglior rassegna stampa rossonera: Milan7.it/rs