Ci manca solo il tempo Partite ogni tre giorni e tanti nuovi giocatori non sono d'aiuto

06/10/2017

Sommario di questa settimana

Sfoglia, usa mouse e frecce

"Cammino in salita ma è normale, ci vuole tempo ma siamo i primi a pretendere che non ci sia. La seconda stella? Prima servono altri due scudetti, speriamo di farcela..." sono le parole di Vincenzo Montella a margine del premio Liedholm.
Il tempo pare essere il problema principale di questo Milan che da agosto ad oggi ha faticato e tanto sul campo, ma si è allenato veramente molto poco, tra recuperi dei match e le rifiniture di quelli successivi.
La tattica si può fare anche a tavolino, usando i powerpoint e le lavagnette magnetiche o elettroniche, ma è sul campo che si vedono i movimenti e si apprendono i meccanismi di squadra.
I giocatori, per quanto professionisti, devono suonare una sinfonia, come direbbe proprio il vecchio Nils, da soli non sono capaci di fare molto.


Samsung Galaxy S8 Smartphone, 64 GB, Argento 620 euro

Sconto 20%

Vincenzo Montella è stretto e distratto da due preoccupazioni: fare risultati e giungere almeno quarti in campionato.
Ad essere onesti, sia per la società sia per i tifosi del bel giuoco se ne può fare a meno, ma delle vittorie, o perlomeno dei pareggi c'è bisogno come dell'aria per respirare.
La concorrenza quest'anno viaggia a una velocità superiore e il Milan ha di fatto perso tutti e due gli incontri contro squadre che vogliono entrare nella prossima Champions League. Non è un bel segnale.
Anzi, è un segnale molto negativo perché Napoli e Juventus pare abbiano una marcia in più. Settimana prossima contro l'Inter avremo una risposta definitiva sulle ambizioni rossonere.
 


Se ti è piaciuto, condividilo!

Leggi il prossimo articolo
AAA: idea di gioco cercasi



Vai al Sommario del
Magazine di questa settimana

Leggi e sfoglia la miglior rassegna stampa rossonera: Milan7.it/rs