Vendesi, disperatamente vendesi Dobbiamo riuscire a piazzare gli esuberi

11/08/2017

Sommario di questa settimana

Sfoglia, usa mouse e frecce

Una voltai tifosi del Milan sconsolati dicevano: "anche oggi si compra domani".
Adesso la frase - per fortuna - si è evoluta in "e anche questa settimana non abbiamo ceduto nessuno"...
Mancano una ventina di giorni alla fine del calciomercato e Mirabelli temiamo che dovrà intensificare il suo lavoro.
Infatti, se è fondamentale completare la squadra con le pedine mancanti, è altrettanto importante vendere i giocatori in esubero. Specialmente quelli con alto ingaggio.
Bacca ovviamente è l'esempio più eclatante. Ormai il giochetto suo e del suo procuratore è ampiamente scoperto: arrivare agli ultimi giorni di mercato per fare in modo che il Milan, non riuscendo a venderlo, si trovi praticamente costretto a mandarlo in prestito per sgravare il bilancio dal suo ingaggio. Un giochino pericoloso, visto che in questo momento la società rossonera potrebbe anche tenerlo e mendarlo fisso in tribuna per i resto della stagione. E in un anno in cui si disputa il mondiale, esser fuori squadra e non giocare non è una mossa particolarmente intelligente.
Però deve essere un atteggiamento che piace, visto che Diego Costa sta facendo più o meno la stessa cosa col Chelsea.
Un altro esempio, ma con ben altro ingaggio per fortuna, è Mauri, che realmente non si capisce che cosa faccia ancora a Milanello. La genialata di Galliani non la vuole nessuno?
Così come Paletta, che di fatto è ai margini della squadra, o Niang, inseriti ormai in ogni trattativa italiana.
Anche dalle cessioni di queste zavorre passa il reperimento di fondi per rafforzare la squadra.


AC Milan felpa originale Adidas 2017/18 75 euro


Se ti è piaciuto, condividilo!

Leggi il prossimo articolo
Non è ancora il vero Milan



Vai al Sommario del
Magazine di questa settimana

Leggi e sfoglia la miglior rassegna stampa rossonera: Milan7.it/rs