A quattro o a tre? Il sistema difensivo preoccupa sul serio?

11/08/2017

Sommario di questa settimana

Sfoglia, usa mouse e frecce

L'unico dilemma sul fronte tattico sembrava essere la difesa a 3 o a 4, ma in realtà non è così.
Infatti, il vero nodo da sciogliere riguarda l'attacco.
Giocare con la difesa a tre significa sacrificare uno dei giocatori di fantasia perché è impossibile impiegare Suso e Calhanoglu contemporaneamente a una punta, o addirittura più punte.
Sacrificare la fantasia sembrerebbe un grosso sbaglio, un errore di valutazione che la storia di Vincenzo Montella come allenatore non è disposto a fare.
Almeno, questo è quanto emerge a parole. Resta l'incognita della punta, fatto per nulla trascurabile, che potrebbe stravolgere tutto. Una prima punta manovriera o di inserimento offrirebbe migliori opzioni di una punta finalizzatrice, caratteristica per altro non apprezzata lo scorso anno, ma soprattutto lascerebbe spazio alla fantasia.
Suso, Calha e Jack al potere, con Biglia alle spalle e ali vigorose garantirebbero spettacolo e quel gioco divertente che ancora non si è visto.




Maglia Stagione 2017/18 originale 68 euro

Sconto 18%


Se ti è piaciuto, condividilo!

Leggi il prossimo articolo
VAR: ha ragione Montella



Vai al Sommario del
Magazine di questa settimana

Leggi e sfoglia la miglior rassegna stampa rossonera: Milan7.it/rs